Logo sezione Cultura Cultura

Storia del Comune di Canal San Bovo

Le vicende storiche della Valle del Vanoi sono sempre state legate a quelle della Comunità di Primiero. Addirittura fino alla fine del ‘700 la comunità di Canal San Bovo era unita ad Imer sotto un’unica Regola.

Non vi sono attualmente prove documentali anteriori all'anno mille, anche se vari ritrovamenti archeologici in zona testimoniano una colonizzazione, anche se solo stagionale ed in quota, fin dal periodo mesolitico.

La Comunità di Primiero si sviluppò inizialmente sotto la sfera d'influenza politica e culturale di Feltre e dei suoi vescovi il cui dominio andò declinando a partire dall'inizio del XIII secolo. Secondo le ipotesi più accreditate sembra che la Valle del Vanoi sia stata colonizzata dalla gente di Imer, che a causa dell’aumento della popolazione si spinse fin oltre il Passo Gobbera alla ricerca di nuovi pascoli e boschi. Questo potrebbe spiegare l’appartenenza della nostra Valle alla Regola di Imer.

Per altri studiosi invece la Valle era conosciuta fin dai tempi dei romani e si ipotizza che un ramo secondario della via Claudia Augusta Altinate seguisse il torrente Vanoi fino a Passo Cinque Croci per poi scendere in Valsugana (strada della Conseria).

Per tutto il XIII secolo la Valle del Vanoi non appare citata in alcun documento: la sua appartenenza alla Regola di Imer è fuori discussione e non può che significare uno scarso e tardivo popolamento. La più antica fonte scritta a noi pervenuta, che testimonia la presenza di una comunità in Vanoi, risale al 1367: sono gli Statuti di Primiero, approvati da Bonifacio Lupi di Soragna (signore di Primiero dal 1349 al 1373). In questi Statuti vengono citati i patroni delle chiese di Primiero, fra cui anche San Bartolomeo, protettore della chiesa di Canal di Sotto.

La Regola di Imer e Canal

Dal punto di vista amministrativo già dal ‘200 sembra delinearsi l’esistenza del Comune di Primiero, suddiviso in quattro Regole: Transacqua con Ormanico e Siror, Tonadico, Mezzano e Imer con Canal San Bovo. I problemi generali della Comunità di Primiero erano discussi dal popolo riunito in Parlamento nella piazza della Pieve dove erano conservati gli Statuti. Questa forma autonoma ed organizzata della Comunità fa in ogni caso pensare alla presenza di un'entità molto più antica.

Ogni Regola era retta da un marzolo, così chiamato perché eletto nel mese di marzo, coadiuvato da due deputati. Generalmente nella Regola di Imer e Canal, quando veniva eletto un marzolo di Imer i deputati erano di Canale e viceversa. Oltre al marzolo e ai deputati c’erano altre importanti figure, quali: i massari; i saltari del bosco; l’appaltatore [magazziniere] del bottiro; il giurato del pane, vino, ed altro; il beccaro; il capo di montagna; i guardiani del fuoco; i capi delle strade.

Le Vicinie di Imer e Canale avevano una certa indipendenza amministrativa, infatti oltre ai beni comunali indivisi, le due Comunità possedevano propri boschi e pascoli. Data la vastità dei territori della Regola già dal 1400 ci furono molti problemi a causa dei confini, soprattutto con le comunità confinanti di Castel Tesino e di Mezzano.

Le dominazioni

Seguendo le vicende di tutta la Comunità di Primiero, il Vanoi passò sotto varie dominazioni: dagli Scaligeri a Carlo di Lussemburgo, Giovanni di Carinzia, i Tirolesi, De Lupis, Carraresi. Passata nel 1373 sotto il Dominio dei Duchi d'Austria, Conti del Tirolo, la Valle viene consegnata ai Conti Welsperg nel 1401.

Questi vi domineranno per quattro secoli eccetto i brevi periodi di dominazione da parte della Baviera dal 1805 al 1809 e di occupazione napoleonica dal 1809 al 1815. Nel 1786 "Primier con Canal San Bovo", dopo quasi 800 anni, passò dalla Diocesi di Feltre a quella Tridentina.

La separazioni da Imer

Il 4 marzo del 1794 viene emanato dall’Ufficio Circolare di Primiero il decreto che permette la separazione di Canal San Bovo da Imer. Le dispute per la divisione di pascoli e alpi in comune continuano però fino al 1797.

I primi anni del 1800 furono duri per la popolazione locale in conseguenza dell'occupazione napoleonica e di quella bavarese. Anche i canalini parteciparono all’insurrezione guidata da Andreas Hofer, come testimoniano alcuni “verbali” contenuti nel Libro di Regolamento della Comunità di Canal San Bovo.

Il Novecento

Con la Restaurazione Primiero e il Vanoi tornano nell'ambito dell'Impero Asburgico. La Prima Guerra Mondiale segna il passaggio delle nostre valli dall’Impero Austro-ungarico al Regno d’Italia.

La prima normativa nell'ordinamento comunale venne regolata dalla Regione Trentino Alto Adige con le leggi n° 5 del 6 aprile 1956 (elezioni) e n° 29 del 21 ottobre 1963 (ordinamento) e loro successive modifiche ed integrazioni. Tale normativa è stata rivista con l'approvazione della L.R. n° 1 del 4 gennaio 1993.

  • Twitter feed loading...